Come trattare i bagni pubblici durante il Coronavirus

Annie Shea Weckesser era in un parcheggio Target a Sand City, in California, in attesa che la spesa venisse caricata nel bagagliaio della sua auto quando sua figlia di 8 anni iniziò a piangere. Weckesser, una madre di tre figli, sapeva che il maggiore doveva usare il bagno, ma le chiese se poteva trattenerlo, dato che erano a soli 20 minuti dalla loro destinazione a Pebble Beach. “Aveva il viso rosso e piangeva forte”, ha ricordato. “Non c’era modo che fosse in grado di trattenerla.”

Non c’erano mascherina in auto, quindi sfrecciare all’interno del negozio per usare il bagno non era un’opzione. Weckesser ha afferrato uno dei pannolini della sua 22enne e ha cacciato l’8enne fuori dalla macchina. Mentre Weckesser cercava le macchine e sua suocera teneva una felpa per la privacy, la ragazza si sollevò nel pannolino. “Dopo, è stata molto felice”, ha detto Weckesser, che si è sbarazzata del pannolino e si è rimessa in viaggio.

Molti genitori stanno trovando modi creativi per evitare i bagni pubblici durante la pandemia, o per paura dell’infezione o perché molti bagni pubblici e fermate dell’autostrada sono chiusi. Tuttavia, gli esperti affermano che con le giuste forniture e un’attenta igiene, i bagni possono essere un rischio ragionevole da prendere questa estate.
Uno studio è uscito il mese scorso confermando che il coronavirus infettivo è presente nelle feci – qualcosa che era sospettato ma non si sapeva prima. Non è ancora chiaro quanto materiale infettivo sia nelle feci di una persona con Covid-19, e per quanto tempo i frammenti aerosolizzati possono rimanere in aria dopo che qualcuno arrossisce, ha detto il dottor Yvonne Maldonado, MD, professore di malattia infettiva pediatrica a Università di Stanford. Poiché molti bagni pubblici sono spazi piccoli e poco ventilati con un elevato volume di traffico, si sentono come un luogo in cui le persone potrebbero essere potenzialmente esposte a materiale virale. Ma il Dr. Moldanado ha affermato che il rischio complessivo di un bagno pubblico non è probabilmente alto come la gente immagina che sia. Non si tratta del contatto in un’area, si tratta più del tempo che una persona ha avuto contatto lì. Mentre gli scienziati non conoscono ancora il rischio di usare un bagno in cui una persona infetta è stata per alcuni minuti, ci sono ancora azioni di buon senso che i genitori possono intraprendere. “Il modo migliore di trattare le superfici è con salviette disinfettanti e lavaggio delle mani: pulire le maniglie delle porte e i sedili dei servizi igienici”, ha aggiunto, aggiungendo che il coronavirus è abbastanza facile da inattivare con il disinfettante. Le persone, compresi i bambini, dovrebbero anche indossare maschere all’interno di qualsiasi edificio e mantenere le distanze il più possibile dagli altri in un bagno; le goccioline respiratorie sono ancora una fonte di trasmissione molto più grande delle superfici.

Per cambiare i neonati e i bambini nei pannolini, Altmann consiglia ai genitori di portare un sacchetto di immondizia di plastica da stendere su un fasciatoio, creando un tappetino pulito. Avere a portata di mano le forniture necessarie – salviettine igienizzanti e guanti – significa che non è necessario andare a cacciare e toccare le superfici mentre si cambia un pannolino. E quando il cambiamento è fatto, il sacco della spazzatura può essere arrotolato con il pannolino, salviette e guanti e gettato via. Un’altra opzione è fare i cambi di pannolino all’esterno, sull’erba o sul retro dell’auto.

Non dite ai bambini di trattenerla fino a quando non si raggiunge un luogo sicuro, potrebbe non essere salutare, ha affermato il Dr. Richard Jackson, M.D., pediatra e professore emerito presso la University of California, Los Angeles, Fielding School of Public Health.

Il Dr. Jackson suggerisce di portare con sé un bagno di viaggio quando si viaggia con bambini più piccoli. Questo è ciò che Raina Kumra, madre di due figli a Santa Monica, ha fatto in un recente viaggio su strada nella Contea di Orange. Suo figlio di 6 anni è stato felice di urinare su un albero fuori, ma sua figlia di 4 anni ha rifiutato di fare qualsiasi sosta nella natura – così Kumra ha comprato un bagno da campeggio da riporre in macchina. “È solo un secchio con un sedile del water in cima – è geniale”, ha detto. Armata di questo, salviettine per bambini e fodere usa e getta, si sente pronta a portare la sua famiglia in più viaggi su strada questa estate.

Le pipì all’aperto sono sempre state popolari per i bambini piccoli, ma gli esperti di salute pubblica hanno dichiarato di diffidare della defecazione all’aperto, specialmente in aree come i campeggi dove potrebbero esserci altre persone che camminano nelle stesse aree. “Assicurati di seguire le regole di quel campeggio. Se le regole devono usare i bagni, sii premuroso e segui le linee guida “, ha affermato il dott. Altmann. “Fai quello che vorresti che facessero gli altri.”
“Non sarebbe una buona idea disperdere le feci in un posto dove ci sono molte persone che corrono in giro”, ha detto il dottor Jackson. “Non sai se un bambino di 3 anni correrà nell’area pochi minuti dopo. Se devi utilizzare le strutture, usa guanti e maschere “.
Durante le escursioni o le gite in campeggio senza servizi igienici pubblici, effettuare rifiuti solidi o scavare una buca profonda otto pollici e lontana dalla pista o dall’acqua.

Tuttavia, ha affermato il dott. Altmann, i vantaggi di uscire al sole e all’aria aperta superano i rischi dei bagni pubblici. Essere fuori è importante per la salute mentale e per il benessere fisico. “È più importante che mai uscire nella natura”, ha detto.

Scritto da: Katharine Gammon
Fonte: https://www.nytimes.com/2020/06/17/parenting/public-toilets-virus-kids.html

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie

Seguici sui social