jQuery(document).ready(function( $ ){ $('head').append("" });

La Befana: salvaguardiamo questa tradizione!

Parliamo della Befana, antichissima tradizione.

Una filastrocca cita:
“La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
viva viva la Befana”

Oppure:

“La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
e le ha rotte in cima in cima
la Befana è poverina”

Secondo una leggenda che il Cristianesimo ha divulgato e risalente al XII secolo, i Re Magi che si dirigevano a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, chiesero indicazioni a una signora anziana poiché non riuscivano a trovare la strada. Insistettero anche perché la signora li accompagnasse ma la donna rifiutò. In seguito, pentita di non essere andata con loro, la signora preparò un cesto di dolci e cercò di raggiungerli, senza riuscirci. Così si fermò a ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù. Da allora, girerebbe per il mondo facendo regali a tutti i bambini per farsi perdonare.

La Befana segue la tradizione di Santa Lucia che dispensava doni ai bambini come faceva San Nicola prima dell’ avvento di Babbo Natale. Non è cattiva, quindi, ma semplicemente burbera con gli adulti che tentano di fare i furbi. Con i bambini è invece una nonnina piena di attenzioni e di dolci.

È una vecchietta molto rugosa e ingobbita, indossa lunghe gonne lise ma rattoppate con colori allegri, spesso è raffigurata con un grembiule e uno scialle e ha pochissimi denti. Il fatto che sia così vecchia è per simboleggiare l’ anno che si è appena concluso. Indossa spesso anche un grembiule e usa spessi calzettoni di lana e grosse scarpe.

Esistono molte versioni della leggenda in diverse parti del mondo ma le sembianze della Befana sono molto simili. Solo negli Stati Uniti d’ America, indossa un cappello da strega per una tradizione nata dalla festa di Halloween. Invece, la vera Befana porta un grande fazzoletto in testa o una sciarpa annodata sotto il mento.

Possiede una scopa che le serve per volare e porta i suoi regali e il carbone in sacchi di iuta che assumono la forma di giganteschi calzettoni. Secondo la tradizione cattolica, la Befana consegna dolciumi ai bambini buoni e carbone ai bambini birichini.

Raccontiamo ai nostri bambini chi è la Befana e salvaguardiamo le tradizioni!

Condividilo con i tuoi amici
  • 387
    Shares

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *