Si torna a scuola: 5 consigli per svegliare i bimbi senza traumi

L’estate è finita e dopo mesi passati a rilassarsi e divertirsi è ora di tornare alla realtà. Questo significa soprattutto una cosa: ricominciare a fare i conti con la sveglia.

Abbandonare le coperte la mattina è difficile per tutti, ma quando si tratta dei più piccoli – soprattutto con il ritorno a scuola – può trasformarsi in un vero trauma.

Scendere dal letto con il piede giusto è fondamentale e noi mamme lo sappiamo bene. Per questo il momento del risveglio del nostro bambino è uno dei più delicati e fondamentali per assicurarci che i nostri piccoli affrontino al meglio la giornata.

1 LA SVEGLIA PER NOI

Prima di tutto facciamo in modo di avere le energie sufficienti. Meglio impostare la sveglia ad un orario che ci permetta di concederci qualche minuto in più per noi; una doccia veloce, una tazza di caffè, un’occhiata alle ultime notizie o un veloce giro sui social saranno utilissimi per connetterci con la giornata che è appena cominciata.

2 LUCE FIOCA&MUSICA

Per quando riguarda invece il nostro bambino, evitiamo di accendere subito la luce nella loro cameretta, l’effetto sarebbe quello di una doccia fredda. Piuttosto meglio con un po’ di musica a basso volume che lo accompagni in un risveglio graduale.

Apriamo leggermente le tapparelle così da creare una penombra naturale e cerchiamo di incuriosirlo parlandogli del tempo che lo aspetta fuori; se piove, se nevica o qualsiasi altra novità che riusciamo a scorgere.

3 LE CAREZZE DELLA MAMMA

Sediamoci accanto a loro e tocchiamoli dolcemente. Una carezza o un bacio dalla mamma è la cosa migliore che un bambino possa desiderare appena aperti gli occhi

4 IDEE PER LA GIORNATA

Sproniamolo ad alzarsi ricordandogli la cosa più bella che lo attende durante il giorno (una gita, un pomeriggio a casa di un amichetto o un evento sportivo). Elaborare questo pensiero per pochi minuti lo aiuterà ad uscire dal letto più motivato.

5 LA SUA COLAZIONE PREFERITA

Se fa freddo avvolgiamolo con una vestaglia ed accompagniamolo al tavolo della colazione. Una tazza di latte caldo o qualsiasi altra cosa preferisca è la carta vincente per il buon umore.

A prescindere dalla strategia che scegliamo, è bene ricordare che ogni bambino ha la sua personalità e sta formando –  giorno dopo giorno  – il suo bagaglio di abitudini.

Evitiamo di forzarlo, ma piuttosto cerchiamo di capirlo

Buona giornata a tutti!

Condividilo con i tuoi amici

Condividi la tua opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *